Home 9 In evidenza 9 Gestionale 9 Business Intelligence -> Dall’informazione alla conoscenza

Business Intelligence: dall’Informazione alla Conoscenza.

Business Intelligence

Le aziende che desiderano essere data driven – cioè, letteralmente, “trainate dai dati”, devono per prima cosa rendere accessibile e fruibile il loro patrimonio di numeri ad ogni funzione aziendale e in modo semplice e diretto. Ogni persona, per intenderci, deve poter eseguire le analisi in autonomia, senza doverle richiedere all’analista-sciamano (di solito, unico detentore di competenze informatiche avanzate).

Per raggiungere questo obiettivo, i sistemi di supporto decisionale, come la Business Intelligence, sono indispensabili.

Il processo grazie al quale una massa informe di numeri si trasforma in conoscenza è spiegato benissimo in questa visualizzazione di Gartner, che in quanto tale richiede solo pochi commenti.

L’illuminazione arriva in tre fasi, nelle quali a una crescente competenza corrisponde una proporzionale impatto positivo sul business. Semplificando, si potrebbe dire che:

  • tutti sappiamo dire di fronte a un foglio Excel che le vendite sono andate male [analisi descrittiva], ma questa informazione non ci è particolarmente utile finché, alzando l’asticella delle competenze, non sappiamo dire il perché [Analisi prescrittiva].
  • Passare dal perché è successo a cosa succederà, a fronte di scenari correttivi, è quanto trasforma definitivamente un’informazione in conoscenza [Analisi predittiva]. 

Da lì nasce la possibilità che l’indagine strategica si trasformi in azione.
Un’azione, appunto, trainata dall’evidenza dei numeri.

CATEGORIE

ULTIME NOTIZIE

Ridurre le inefficienze in magazzino.

In magazzino, la gestione delle scorte e la minimizzazione degli sprechi sono aspetti critici, in grado di incidere direttamente su redditività e competitività dell’azienda. La strategia di ottimizzazione è attuabile integrando le funzionalità di un Erp specializzato a politiche e metodi per la corretta rotazione delle referenze.

Matteo ti spiega l’Excel

Ti spieghiamo le funzionalità più ostiche, ma anche più utili, come le tabelle pivot, le tecniche per filtrare e ordinare i dati e la formattazione condizionale. Capiremo anche quando non usarlo e gli strumenti alternativi.

CONDIVIDI

Prova la Business Intelligence secondo Easydata

10 + 14 =

Articoli correlati

Ridurre le inefficienze in magazzino.

Ridurre le inefficienze in magazzino.

In magazzino, la gestione delle scorte e la minimizzazione degli sprechi sono aspetti critici, in grado di incidere direttamente su redditività e competitività dell'azienda. La strategia di ottimizzazione è attuabile integrando le funzionalità di un Erp specializzato a politiche e metodi per la corretta rotazione delle referenze.